Un augurio di buon 2015 dell’associazione Aspomara ai propri iscritti PDF Stampa E-mail
  
Domenica 01 Febbraio 2015 00:00

Di solito tutti aspettiamo il natale perché “si dice “che si diventa più buoni…e con l’arrivo del babbo natale e della befana ci aspettiamo doni e dolci..
L’aspomara è rimasta in silenzio per un periodo in attesa dell’uscita del nuovo atto aziendale con la speranza di vedere realizzate le proprie aspettative... Invece non è stato così... Forse tutti avranno avuto tanti doni e dolci ma l’aspomara ha avuto l’ennesima delusione. L’atto aziendale non ha esaudito ancora una volta le nostre speranze...
Cari iscritti è giusto informarvi di quanto deliberato con l’inizio del nuovo anno anche se la notizia è stata appresa prima delle festività.
Il nuovo atto aziendale ha stabilito l’assenza totale delle strutture di pneumologia sia nel distretto centro (Fondi–Terracina) che in quello sud (Formia-Gaeta).
In barba a tutte le promesse e alle indicazioni emerse dagli ultimi piani regionali che avevano addirittura assegnato posti letto di pneumologia a Formia , ritroviamo in quest’atto uno smembramento di questa disciplina nonostante il forte incremento delle patologie respiratorie ed allergiche con relativa cronicizzazione.
La cronicità è diventata un’emergenza del terzo millennio per l’intasamento dei ricoveri e l’allungamento delle liste di attesa, quindi temiamo che nel prossimo futuro si assisterà ad una ulteriore riduzione dei servizi nei distretti centro-sud della provincia.
Nonostante i tentativi di coinvolgimento fatti ai sindaci del golfo abbiamo constatato che tali tentativi di sensibilizzazione non hanno sortito alcun effetto in quanto si è letto sulla stampa che la conferenza dei sindaci ha accettato questo atto aziendale.
Nonostante ciò l’associazione, che parla sempre per l’interesse dei pazienti affetti da patologie respiratorie ed allergiche, non perde le speranze e resta fiduciosa in un ripensamento dell’ASL di Latina.
Nel frattempo si adopererà ad organizzare un convegno esplicativo in merito a tali problematiche e un incontro in ambito aziendale con gli operatori sanitari.
L’aspomara nel congedarsi dai propri iscritti augura a tutti un Buon 2015.

Il direttivo Aspomara