I dubbi dell’ASPOMARA: tra promesse e realtà locali. PDF Stampa E-mail
  
Sabato 01 Gennaio 2011 00:00

In previsione dell’insediamento dei nuovi vertici dell’ASL di Latina l’Associazione dei pazienti con malattie allergiche e respiratorie del Sud Pontino ( ASPOMARA ) cerca di attirare l’attenzione sulle nuove disposizioni regionali che hanno potenziato la Pneumologia del Presidio Sud, conferendo 8 posti letto ed un incarico di alta professionalità in pneumologia. In contrasto a questi riconoscimenti è noto che l’Azienda USL di Latina ha eliminato, con l’Atto Aziendale, la struttura di Pneumologia nel Presidio Ospedaliero SUD : Gaeta – Formia - Minturno, in netta controtendenza agli scenari della Organizzazione Mondiale della Sanità che avvertono sul forte incremento delle patologie allergiche e respiratorie croniche invalidanti come l’asma, l’enfisema , i disturbi respiratori del sonno, il cancro del polmone e non ultima la diffusione della TBC correlata con i flussi migratori , l’HIV , le terapie immunosoppressive , ecc..
In questo contrasto non è stato previsto come per altre discipline una struttura complessa, ma neanche una semplice Dipartimentale di Pneumologia. Eppure le malattie respiratorie si pongono al terzo posto come causa di morte.
I due medici che lavoravano per questa disciplina nel Presidio Sud, sono andati in pensione e non sono stati a tutt’oggi sostituiti. Anche lo pneumologo che gestiva l’ambulatorio di Pneumologia di Formia non è stato sostituito.
Il grave rischio di allungare i tempi delle liste di attesa sarà inevitabile.
E’ Impensabile che il Presidio Ospedaliero e il Distretto con oltre 100000 utenti, sede di DEA, come stabilito dal Piano Sanitario Regionale, con una disciplina come la Pneumologia possa tirare avanti senza la presenza ufficiale di una struttura istituzionale, sia essa Complessa o Dipartimentale, non prevista dal precedente atto aziendale.
In questo scenario sollecitiamo gli amministratori del Sud Pontino per un loro impegno a regolare una distribuzione più proporzionata nei due presidi sede di DEA: quello di Latina e quello di Formia.
Nell’augurare Buon Natale ai nostri iscritti , promettiamo di intervenire nelle sedi competenti per concretizzare questi obiettivi di salute pubblica correlati con le malattie allergiche e respiratorie.

Il Presidente
Annamaria Granata